GARA DA RICORDARE – È stata un’altra domenica con i fiocchi per Valtteri Bottas, che ha fatto suo anche il Gp dell’Azerbaijan 2019 ed è ritornato in testa alla classifica piloti. Il pilota finlandese della Mercedes ha preceduto sul traguardo il compagno di scuderia Lewis Hamilton e Sebastian Vettel sulla Ferrari, che assiste ancora una volta impotente al dominio della scuderia tedesca: per la Mercedes è la quarta doppietta in altrettante gare del campionato, un’impresa mai riuscita nella storia della Formula 1. Quarto Max Verstappen sulla Red Bull, davanti all’altra Ferrari di Charles Leclerc.

RIMONTA DI LECLERC – Al via Bottas difende la prima posizione, rispondendo colpo su colpo agli attacchi di Hamilton. Leclerc, partito decimo, inizia a rimontare, e al settimo giro è già quinto. Bottas allunga in testa alla corsa e Hamilton scava un solco su Vettel, tanto è vero che al settimo giro ha già 6,2 secondi di vantaggio. Vettel è il primo fra i piloti di testa a rientrare ai box: si ferma al tredicesimo giro. La sua strategia è diversa da quella di Leclerc, che rientra solo al trentacinquesimo passaggio dopo essere stato al comando, ma dopo la sosta ai box riesce a difendere la quinta posizione dall’attacco di Pierre Gasly sulla Red Bull.

IL 12 MAGGIO IN SPAGNA – Le posizioni restano “congelate” fino al traguardo, anche se Hamilton prova il tutto per tutto negli ultimi giri e cerca di sorpassare Bottas, che però non commette errori e conquista la quinta vittoria in Formula 1 (la seconda della stagione). Alla Ferrari resta la magra consolazione di ottenere con Leclerc il punto extra assegnato al pilota autore del giro più veloce. Il prossimo Gran Premio si correrà domenica 12 maggio sul circuito catalano di Montmeló, nei pressi di Barcellona.

> QUI L’ORDINE D’ARRIVO DEL GP



Sorgente alvolante.it

Immagini e testi sono di proprietà del titolare, per saperne di più visita il sito www.alvolante.it