UNA STORIA DI SUCCESSO – Lanciata nel 1990, l’utilitaria Renault Clio è fra le auto di maggior successo della casa francese, che nell’arco di quattro generazioni ne ha venduti 15 milioni di esemplari. La quinta serie, attesa al Salone dell’auto di Ginevra 2019 (7-17 marzo), viene anticipata oggi dalle prime foto dell’interno, che si annuncia più tecnologico e curato, andando così a colmare uno fra i punti deboli della serie oggi in vendita. La casa francese afferma infatti di aver prestato maggior attenzione ai materiali, in particolare a quelli che rivestono la parte superiore della plancia (sono morbidi al tocco), mentre il dettaglio colorato orizzontale aiuta ad allargare visivamente la zona di guida e a farla sembrare più spaziosa.

PUNTA SULLA QUALITÀ – La sensazione di qualità all’interno della Renault Clio 2019 migliora inoltre con i piccoli schermi per la temperatura integrati nei controlli del “clima”, con le rifiniture satinate del volante multi-funzione (più piccolo rispetto a prima) e con la leva del cambio accorciata, montata alla sommità di un mobiletto più alto della vecchia Clio, dove la Renault ha ricavato un nuovo portaoggetti. Non mancano poi la ricarica senza fili per gli smartphone predisposti, il freno di stazionamento elettrico e nuove poltrone, più ergonomiche e con tessuti di qualità maggiore. Lo stesso vale per il rivestimento delle portiere: è con materiali morbidi al tocco e integra un sistema d’illuminazione nascosto alla vista.

FA IL “PIENO” DI SCHERMI – L’interno della nuova Renault Clio è più personalizzabile rispetto al passato e ha un aspetto più moderno, in particolare ordinando la strumentazione digitale (di 7” o 10”) e il grande schermo a sfioramento di 9,3” nella consolle, il più ampio di sempre per un’auto della casa francese, rivolto verso il guidatore e sviluppato in verticale come per le più grandi Talisman e Espace. Il sistema multimediale Easy Link si comanda attraverso grandi icone sullo stile degli smartphone. La Renault Clio 2019 avrà un aspetto in linea con il modello odierno, a partire dai fari allungati e dalla mascherina con al centro il grande logo della Renault, ma cambieranno la piattaforma (è la CMF-B delle nuove compatte del gruppo Renault Nissan Mitsubishi) ed i motori: ci sarà anche un ibrido, oltre ai noti benzina 0.9 e diesel 1.5.



Sorgente alvolante.it

Immagini e testi sono di proprietà del titolare, per saperne di più visita il sito www.alvolante.it