Tutto bene, ma quel cruscotto…

Plancia e comandi 
La ben rifinita plancia della Peugeot 308 SW non è cambiata, e resta al suo posto il cruscotto in posizione sopraelevata: una soluzione originale, che però ne penalizza la leggibilità, a meno che si regoli il volante in posizione bassa (affinché la parte superiore della corona non copra parte degli strumenti); criticabile la lancetta del contagiri, che, muovendosi in senso antiorario, può disorientare. Nuovo lo schermo di 9,7” del sistema multimediale, con navigatore (a partire dalla Allure, dispone di mappe 3D e fornisce informazioni sul traffico), MirrorLink, Apple CarPlay e Android Auto; dal display si gestisce anche il “clima”, soluzione che però distrae più di un sistema classico, con pomelli e pulsanti.

Abitabilità  
In allestimento GT Line, la Peugeot 308 SW sfoggia avvolgenti e comode poltrone dal sapore sportivo impreziosite, come il divano, da inserti in finta pelle e cuciture rosse (riprese anche nella plancia, nei pannelli delle porte e nella cuffia alla base della leva del cambio); di serie pure la regolazione lombare, il volante in pelle traforata e la pedaliera in alluminio. Buono lo spazio a disposizione di quattro passeggeri, che viaggiano davvero comodi, mentre un eventuale quinto ha poco spazio per i piedi (colpa del tunnel nel pavimento). 

Bagagliaio 
Con i suoi 610/1660 litri di capacità, il bagagliaio si colloca ai vertici della categoria. Notevole la sfruttabilità del vano, che oltre a essere agevolmente accessibile (imboccatura ampia e squadrata, soglia a soli 62 cm da terra) presenta una forma regolare e rimane privo di gradini quando si reclina lo schienale (in due sezioni asimmetriche). Inappuntabili pure le finiture.



Sorgente alvolante.it

Immagini e testi sono di proprietà del titolare, per saperne di più visita il sito www.alvolante.it