ALL’INSEGNA DEL RELAX

In città
Sfruttando le batterie, con la Mitsubishi Outlander ibrida ci si muove quasi in silenzio (32,2 km l’autonomia). Ma anche andando a benzina il rumore è contenuto. In entrambi i casi, il brio non manca e le sospensioni filtrano a dovere buche e pavé. In manovra lo sterzo non affatica. In modalità ibrida, quando la carica delle batterie non è più sufficiente a viaggiare in elettrico, il consumo è di 13,9 km/litro.

Fuori città
Sul misto, questa suv garantisce un’ottima souplesse di guida. Forzando il ritmo, però, lo sterzo non è dei più appaganti e il peso elevato si fa sentire sulla tenuta di strada. Guidando tranquilli le batterie bastano per 36,8 km (poi si attiva il 2.4, e la percorrenza media è di 13,3 km/litro). 

In autostrada
Basta un quarto d’ora per esaurire tutta l’energia elettrica (a 130 km/h il “pieno” di corrente dura 31,6 km, stando ai nostri rilevamenti) e, successivamente, viaggiando a benzina i consumi sono di 10,3 km/litro. Il buon comfort è un po’ penalizzato dai fruscii. Preziosi i tanti ausili alla guida, a partire dal cruise control adattativo.

Nel fuori strada
Gli sterrati leggeri si affrontano con disinvoltura, grazie alla trazione 4×4 (tra l’altro il motore elettrico posteriore è stato potenziato di 13 CV rispetto alla precedente versione ibrida) e all’altezza da terra di 19 cm i fondi scivolosi. Nei passaggi stretti, utile la visualizzazione a 360 gradi garantita dalle telecamere.



Sorgente alvolante.it

Immagini e testi sono di proprietà del titolare, per saperne di più visita il sito www.alvolante.it