NUOVA PIATTAFORMA – La Renault Clio è la prima della casa francese ad essere realizzata sulla nuova piattaforma modulare CMF (nella variante compatta CMF-B) dell’alleanza Renault Nissan Mitsubishi. Cambiano leggermente le dimensioni rispetto al modello precedente: è più corta di un centimetro e mezzo e più bassa di 3. I tecnici Renault assicurano, però, che l’abitabilità è aumentata grazie alla razionalizzazione di alcuni elementi degli interni: gli schienali dei sedili anteriori sono ora più sottili, mentre la plancia e il piantone dello sterzo invadono meno lo spazio riservato agli occupanti anteriori. La capacità del bagagliaio è aumentata di 91 litri, toccando quota 391 e il vano di carico è dotato di un piano regolabile su due altezze.

INFOTAINMENT MODERNO – Grande attenzione è stata riservata al nuovo sistema multimediale “Easy Link” della nuova Renault Clio 2019: al centro della plancia c’è un display da 7 o 9,3 pollici più chiaro e definito: offre diverse funzionalità e, grazie alla connessione alla rete mobile con una SIM 4G (3 anni di abbonamento incluso), si ha accesso a diversi servizi come le informazioni sul traffico in tempo reale, la ricerca per punti di interesse e l’aggiornamento online delle mappe del navigatore, per citarne alcuni. Sono inoltre presenti i collegamenti agli smartphone, via Apple Car Play e Android Auto. Anche il cruscotto è digitale, da 7 o 10 pollici di diagonale. Le grafiche sono personalizzabili e mostrano molte informazioni, ad esempio le indicazioni del navigatore o il funzionamento degli aiuti elettronici alla guida. E con l’applicazione MyRenault sarà possibile aprire e chiudere la vettura a distanza, oltre che sincronizzare le destinazioni inserite nel navigatore, tra telefono e automobile.

DENTRO È CAMBIATA TANTO – Gli interni della Renault Clio sono stati rivoluzionatI: la plancia, è personalizzabile nelle finiture, e la parte centrale è orientata verso il guidatore; i principali comandi sono racchiusi in una pulsantiera “a pianoforte” e le manopole del climatizzatore mostrano al loro interno la temperatura desiderata, con dei piccoli display. La consolle centrale è rialzata, cosa che ha permesso di accorciare la leva del cambio manuale. Nuovo anche il volante, dal diametro ridotto, e i sedili anteriori, più sagomati. 

RADAR E TELECAMERE – L’offerta di ausili alla guida è cresciuta notevolmente e ora comprende la frenata automatica di emergenza con anche il riconoscimento dei pedoni e dei ciclisti e il cruise control adattativo che consente, inoltre, di fermare e far ripartire automaticamente l’auto. Sono poi disponibili per la Renault Clio il monitoraggio dell’angolo cieco e il sistema di mantenimento in corsia. Per facilitare i parcheggi è disponibile un sistema di visione a 360 gradi, composto da 4 telecamere. 

FUORI È SEMPRE LEI – Il design esterno della Renault Clio si evolve nel segno della continuità con il modello venduto fino a questo momento; vengono, però, introdotti molti dettagli stilistici visti sulle ultime Renault: le linee della carrozzeria sono più scolpite e i fari anteriori, full-Led su tuttI gli allestimenti, hanno le luci diurne a C. Dietro i fanali, sempre a Led, hanno una forma più allungata e un disegno tridimensionale.

DEBUTTA L’IBRIDO – Per la prima volta, nella gamma Renault Clio, sarà disponibile un’ibrida, pensata per ridurre i consumi. Il sistema utilizzato dalla casa francese è molto originale: prevede un 1.6 a benzina che funziona secondo il ciclo Atkinson (privilegia la riduzione dei consumi rispetto alla potenza) e un motore elettrico (130 i cavalli combinati). La trasmissione è automatica a 4 marce, priva di convertitore; a gestire le fasi di partenza dell’auto e le cambiate provvede un alternatore-motore di avviamento collegato al 1.6. Lo stesso dispositivo, nelle fasi di rallentamento provvede a recuperare energia ricaricando la batteria con capacità di 1,2 kWh. Ci sono novità anche per gli altri motori: lo 0.9 TCe a benzina viene, infatti sostituito da un nuovo 1.0, sempre a tre cilindri, nelle versioni turbo (da 100 CV) o aspirato (da 65 o 75 CV). Debutta il 4 cilindri 1.3 turbo da 130 CV, accoppiato unicamente al cambio robotizzato a doppia frizione EDC a sette marce. Rimane invece a listino il parco 1.5 turbodiesel, ma aggiornato e con potenze superiori: 85 e 115 CV con cambio manuale.
 
3 VERSIONI AL LANCIO – Gli allestimenti della Renault Clio disponibili saranno 3: Intense, lo sportivo R.S. Line (che sostituisce il precedente GT line) e il lussuoso Initiale Paris. Il listino non è stato ancora comunicato, ma si ipotizza un prezzo di partenza attorno ai 15.000 euro. “



Sorgente alvolante.it

Immagini e testi sono di proprietà del titolare, per saperne di più visita il sito www.alvolante.it