Poco più di due anni fa in Giappone è stata lanciata un’edizione limitata di Ferrari J50 in produzione esclusiva.

In effetti la vettura è stata prodotta in sole 50 copie, una versione speciale aperta di Ferrari realizzata in edizione limitata per il Giappone e disponibile probabilmente in un solo e unico modello con la carrozzeria di colore bianco, proprio quello che è stato immortalato per la prima volta, di recente, mentre sfreccia tra le strade nipponiche. Solo il mercato giapponese ha visto questa Ferrari unica, anche perché la Casa di Maranello ha deciso di creare questo veicolo in edizione limitatissima per festeggiare i 50 anni di presenza del noto brand automobilistico proprio in quel mercato, ininterrottamente e con grande successo, uno dei più importanti per il Cavallino Rampante.

Le immagini che sono state scattate nei giorni scorsi appunto in Giappone raffigurano proprio quella Ferrari J50 unica di colore bianco che sfreccia non curante della velocità e dei “paparazzi”. Un esemplare rarissimo rifinito con una combinazione molto singolare di bianco con alcuni dettagli neri e altri rossi, per rendere ancora più eccezionale il modello inedito. Effettivamente questo mix cromatico però ci riporta alla mente un altro importantissimo veicolo del Cavallino, la Ferrari 512S Pininfarina. Durante la produzione di tutte le 50 copie di questa vettura, non sappiamo quali altri colori siano stati utilizzati per realizzare gli altri modelli, l’unica informazione di cui siamo a conoscenza è che la maggior parte delle Ferrari J50 in edizione limitata ed esclusiva per il Giappone che sono uscite dalla Casa di Maranello sono state rappresentate nell’iconico colore Rosso Ferrari. Questa infatti è a prima unità di colore bianco di cui siamo a conoscenza e probabilmente anche l’unica.

La base di questa edizione limitata del Cavallino Rampante è una supercar unica di Ferrari, la 488 Spider che tutti conosciamo. La carrozzeria però sulla J50 è stata completamente rivista e modificata. A livello esterno infatti non conserva praticamente niente del modello originale, tranne la distanza tra gli assi. Per quanto riguarda invece gli interni ci sono dei richiami, infatti lo schema tecnico è lo stesso del modello da cui deriva, come la configurazione del telaio e anche la scelta del motore V8 da 3.9 litri e il doppio turbo che è in grado di erogare 20 Cv in più, che sulla Ferrari J50 infatti sono 690.

ferrari j50 bianca



Sorgente virgilio.it

Immagini e testi sono di proprietà del titolare, per saperne di più visita il sito virgilio.it