DICIASSETTE ANNI D’ASSENZA – Hanno dovuto attendere parecchio i fan della Toyota Supra prima di rivedere una nuova generazione di questa sportiva giapponese, costruita fin dal 1967 in quattro generazioni, con l’ultima uscita di produzione nel 2002. L’attesa è finita al Salone dell’automobile di Detroit, dove la casa giapponese ha presentato in anteprima la Toyota Supra 2019, un modello realizzato in collaborazione con la BMW che riprende dalle “antenate” il lungo cofano anteriore e la parte posteriore raccolta. A cambiare sono il tetto, più rastremato, e le fiancate, che si fanno possenti grazie alle nuove aperture per il passaggio dell’aria. L’aspetto della nuova Toyota Supra è stato ispirato dal prototipo FT-1, dotato di sottili fari anteriori e di un appuntito cofano anteriore.

ABITACOLO… GERMANICO – L’abitacolo della nuova Toyota Supra ha un aspetto lineare e ordinato. Di serie per la ricca versione Launch Edition i rivestimenti in pelle bicolore per il volante, le portiere e il tunnel, che conferiscono un tocco di sportività all’ambiente, dove spiccano anche le avvolgenti poltrone in pelle. Pur essendo una sportiva la Toyota Supra non fa a meno di alcune comodità, perché i sedili sono dotati delle regolazioni elettriche e del riscaldamento. La plancia e i comandi tradiscono l’utilizzo di componenti di origine BMW; una cosa visibile anche nel sistema multimediale, che si controlla con il rotore posto nel nel tunnel centrale.

UN ASSETTO TUTTO SUO – La Toyota Supra condivide con la BMW Z4 anche il telaio a trazione posteriore, oltre al motore a sei cilindri turbo di 3.0 litri: sviluppa 340 CV di potenza e 500 Nm di coppia e consente alla sportiva giapponese uno spunto da 0 a 96 km/h in 4,1 secondi. Il cambio è automatico a otto marce. La casa giapponese ha lavorato molto sulla messa a punto delle sospensioni, dei freni e dello sterzo, per differenziare il più possibile la Supra dalla sorella Z4: a tal fine ci sono sospensioni regolabili e il differenziale posteriore attivo, che fa aumentare la motricità dell’auto e migliora la guida nelle curve. Quest’ultimo si serve di un motore elettrico e frizioni multiple per controllare la distribuzione della coppia fra le due ruote di trazione. I pneumatici, su cerchi di 19”, sono gli sportivi Michelin Pilot Sport SS. Non mancano i più recenti ausili alla guida, come la frenata automatica d’emergenza, il monitoraggio degli angoli ciechi negli specchietti e il mantenimento automatico della corsia di marcia.

IN ITALIA DA 67.900 EURO – Le consegne della nuova Toyota Supra inizieranno al termine dell’estate. In Italia, sarà disponibile in un unico allestimento top di gamma Premium con un prezzo di 67.900 euro. Tutte le unità saranno prodotte a Graz, in Austria, prezzo la fabbrica della Magna Steyr.



Sorgente alvolante.it

Immagini e testi sono di proprietà del titolare, per saperne di più visita il sito www.alvolante.it