TRE FACCE – È lunga 400 cm, come le utilitarie, ma ricorda vagamente una coupé e ha un cassone al pari dei pick-up. Racchiude tre auto in una il prototipo Tomo, un’originale vettura commissionata dal centro stile della Honda agli studenti del master biennale in Design dei Trasporti dell’Istituto Europeo di Design (IED) di Torino, che per il secondo anno consecutivo mostrerà al Salone dell’automobile di Ginevra (7-17 marzo) una proposta di stile ispirata da una grande casa automobilistica (nel 2018 fu la Hyundai). I tredici partecipanti al master hanno ricevuto le indicazioni dalla Honda lo scorso 30 maggio, quando una delegazione di stilisti ha chiesto di immaginare il mezzo di trasporto ideale per i giovani da qui a sei anni.

UN AMICO PER TUTTI I GIORNI – Dopo mesi di studi, e varie selezioni (da tredici progetti si è passati a quattro, infine a uno), gli studenti si sono messi al lavoro sulla Tomo, un’auto dalla lunghezza contenuta ma dall’aspetto grintoso e con un cassone per caricare biciclette o attrezzatura sportiva. L’idea alla base del progetto è venuta al messicano Ricardo Alejandro Campos Ortega, che ha immaginato la Tomo come un’auto ideale per ogni contesto, dalla guida di tutti i giorni ai weekend fuori porta, tanto è vero che il termine tomo significa amico in giapponese, prova che questo originale “mix” di stili accompagna sempre il suo conducente in ogni avventura. Il motore della Tomo è elettrico, mentre all’interno (che sarà svelato a Ginevra) si troveranno comandi e schermi ispirati agli smartphone.

PERCORSO COMPLETO – Lo IED è una scuola privata con sette sedi in Italia, che organizza corsi di laurea triennali, master e corsi di formazione. Fra questi c’è il Master biennale in Transportation Design, che insegna a studenti con varie formazioni (non solo ingegneri e designer, ma anche architetti) a progettare l’esterno e l’interno di una nuova auto: rientrano nel programma di studi corsi sulle tecniche di disegno, la grafica 3D e la storia del design automobilistico.



Sorgente alvolante.it

Immagini e testi sono di proprietà del titolare, per saperne di più visita il sito www.alvolante.it