LA PRIMA DI TANTE – La Honda e è l’utilitaria elettrica che la casa giapponese porterà anche nel mercato europeo a partire dall’inizio del 2020. Sono già 31.000 i pre-ordini raccolti, e questa piccola gioca un ruolo determinante nell’impegno del costruttore di commercializzare in Europa solo vetture con propulsori elettrificati entro il 2025. Oggi la Honda ne svela alcune caratteristiche tecniche. 

200 KM DI AUTONOMIA – La Honda e, realizzata su una piattaforma dedicata, è dotata di un motore elettrico che spinge le ruote posteriori e di una batteria da 35,5 kWh collocata sotto il pianale; una soluzione di uso universale in questo tipo di vetture, e che offre un baricentro basso e un’equa distribuzione del peso fra le ruote anteriori e quelle posteriori. La batteria agli ioni di litio, che per la casa garantisce un’autonomia di 200 km, è dotata di un sistema di raffreddamento a liquido e può essere ricaricata utilizzando una presa CA di tipo 2 o una presa rapida CCS2, che ripristina l’80% dell’energia in 30 minuti (lo sportellino di ricarica è collocato sul cofano). La Honda e, grazie alle quattro sospensioni indipendenti, realizzate in alluminio per ridurne il peso, dovrebbe garantire comfort e stabilità.

INTERNI FUTURIBILI – La Honda e ha un design ispirato alle utilitarie degli anni 60 della casa giapponese; il risultato è una vettura ben proporzionata, con superfici levigate e dettagli curati. Gli interni, al contrario, hanno un aspetto più futuribile grazie alla strumentazione digitale con due schermi a sfioramento che si estendono quasi per tutta la larghezza della plancia. Gli specchietti retrovisori lasciano il posto a telecamere che proiettano le immagini in appositi schermi.



Sorgente alvolante.it

Immagini e testi sono di proprietà del titolare, per saperne di più visita il sito www.alvolante.it