Dopo Ferrari, Lamborghini e Porsche, anche Mustang si lancia nel mondo delle supercar elettriche.

Parliamo della Mustang EV, muscle car dal cuore elettrico. Ad onor del vero, non si tratta di un modello “ufficiale” Ford, ma di un tuning realizzato dall’officina britannica Charge Automotive, già da tempo attiva nel mondo delle auto elettriche grazie alla collaborazione con marchi come Williams F1, McLaren e Jaguar Land Rover. E, proprio traendo ispirazione da queste collaborazioni, i tecnici e ingegneri britannici hanno voluto mettersi alla prova su un progetto tanto ambizioso quanto intrigante.

La Mustang EV, che verrà presentata nel corso del prossimo Goodwood Festival of Speed, mantiene intatto il suo fascino di auto d’epoca (è basata, infatti, sulla prima generazione delle muscle car realizzate da Ford) mentre all’interno dell’abitacolo e sotto il cofano si nasconde quanto di meglio la tecnologia automobilistica abbia oggi da offrire. Anche se non abbiamo le caratteristiche complete dell’auto, alcuni dettagli sono stati anticipati da una sorta di trailer rilasciato dalla stessa azienda britannica.

Mustang EV

Ma come sarà la Mustang EV? Come detto, la carrozzeria esterna non ha subito modifiche: la muscle car, quindi, manterrà la stessa linea aggressiva delle auto lanciate sul finire degli Anni ’60. Tutto il resto, invece, cambia profondamente. Sotto il cofano ci sarà un gruppo moto propulsore estremamente potente, da 475 CV e coppia 1.200 Nm. Questo permette di spingere la Mustang EV di Charge Automotive a velocità estremamente sostenute, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h inferiore ai 4 secondi (3.9 per la precisione). Le batterie con capacità complessiva di 64 kWh, invece, assicurano un’autonomia di 320 chilometri per singola carica.

Anche gli interni saranno completamente rinnovati rispetto alla versione “classica”. Le finiture all’interno dell’abitacolo sono di pregio, mentre al centro della plancia dovrebbe fare bella mostra di sé un grande touchscreen in stile Tesla. Certo, nulla a che vedere con il display da 48 pollici montato dalla Byton M-Byte, ma comunque un ottimo centro di controllo e gestione per tutte le funzionalità avanzate della Mustang elettrica.

Un’auto esclusiva in tutti i sensi. Charge Automotive, infatti, ne ha realizzati appena 499 esemplari, venduti a un prezzo decisamente non alla portata di tutti. Di listino la Mustang EV costa 300 mila sterline, poco meno di 340 mila euro al cambio attuale con consegne a partire da settembre 2019. Per prenotarla, però, ci vuole molto meno: con 5.500 euro potrete bloccarne una, nella speranza magari che un sei al superenalotto risolva tutti i vostri problemi.



Sorgente virgilio.it

Immagini e testi sono di proprietà del titolare, per saperne di più visita il sito virgilio.it